JON BON JOVI e la JOSEPH’S HOUSE

Jon Bon Jovi ha trascorso la “Giornata Mondiale dei Senzatetto” alla Joseph’s House di Camden, NJ, per celebrare la ristrutturazione e l’ampliamento della casa di accoglienza per i poveri e senzatetto. La Joseph’s House ha organizzato una open house giovedì 10 ottobre per celebrare l’inaugurazione della struttura ampliata e modernizzata. I lavori sono costati USD 1,2 milioni, proventi ricevuti da sovvenzioni pubbliche e donazioni da società come la Connelly House e la Subaru d’America. E naturalmente anche da Jon e dalla JBJ Soul Foundation.

Nel 2013 la JBJ Soul Foundation ha collaborato con la Joseph’s House per aiutare a finanziare l’acquisto e il rinnovo della nuova sede al 555 Atlantic Avenue a Camden. “A quei tempi, e agli occhi di molti, trasformare Camden sembrava un compito impossibile”, ha detto Jon, “Nella parola “impossibile” c’è però la parola possibile e avevamo tutti qualcosa in comune, e quella era racchiusa nella parola” speranza” Jon ha affermato che quel luogo ha avuto un posto speciale nel suo cuore e che c’è ancora molto da fare per aiutare a continuare a combattere i senzatetto, chi ha perso la casa e altri problemi sociali.

HOPE TO THE NEXT LEVEL

JBJ: “C’è ancora molto lavoro da fare ma insieme so che continueremo a portare la “speranza al livello successivo” e raggiungere tutto cio che e’ possibile. Sono tornato diverse volte qui, per vedere i lavori, anche per girare una serie di video musicali e un documentario sulla città. La speranza è ora visibile qui”

Il sindaco Frank Moran ha definito Jon “un angelo” per il suo lavoro filantropico a Camden, che includeva anche il contributo per il trasferimento della Joseph’s House nel 2013 da un piccolo edificio di Stevens Street alla sua posizione attuale. Ha aggiunto che la celebrità di Jon Bon Jovi è stata benvenuta, ma più di questo, è la “sua attenzione, il suo impegno, la sua passione”, che aiuta a portare l’attenzione sulle questioni dei senzatetto, delle dipendenze da droghe e alcol, malattie mentali e povertà.

ELIZABETH HOLMES

Elizabeth Holmes è venuta alla Joseph’s House nel 2017, ex senzatetto e ex alcolista.
“La casa di Joseph ha cambiato la mia vita. Con il loro aiuto ora ho un lavora a tempo parziale, ma vengo ancora regolarmente alla Joseph’s House per fare volontariato e incontrare persone. Per poterle aiutare a mia volta. Ho imparato che non sono migliore di chiunque altro, ma cerco sempre di migliorarmi. Ho imparato a fare volontariato, restituire, impegnarmi. Ringrazio Dio per questo posto. Mi ha salvato. “

Jon è salito sul podio per ultimo e ha applaudito Elizabeth “per il tuo coraggio e determinazione, che è fonte di ispirazione per così tante persone” e al termine del suo discorso ha ricevuto una standing-ovation e tutti insieme hanno fatto un giro della nuova struttura.

I nuovi miglioramenti includono un aumento della capacità degli ospiti durante la notte. Precedentemente circa 60 persone, la struttura ora può dare ospitalità a circa 100 persone. Ora ci sono servizi di lavanderia e docce disponibili per le persone che entrano a chiedere aiuto, sia di giorno sia di notte. La Joseph’s House amplierà anche il numero di servizi offerti, tra cui assistenza all’occupazione, servizi abitativi e assistenza nella gestione dei casi più problematici, sopratutto per bambini e adolescenti, oltre a consulenza per coloro che hanno bisogno di cure mentali o di dipendenze. Al fine di fornire questi servizi, hanno collaborato anche organizzazioni come il Center for Family Services, Rutgers Health e Maryville Addiction Treatment Centers.

JBJ SOUL FOUNDATION

La JBJ Soul Foundation dal 2009 è riconosciuta in tutto il mondo, dal congresso della Casa Bianca per i diritti e aiuti umanitari, fino alla corte del Principe William futuro Re del Regno Unito che porta avanti il progetto della madre Lady Diana per aiutare i bambini e più bisognosi. Jon Bon Jovi ha ricevuto premi e riconoscimenti dalle più importanti associazioni per il suo impegno costante e attività. Qui tutte le info sulla JBJSF

Leggi anche