JBJxKC

Il 12 febbraio, Jon Bon Jovi si è esibito all’interno del negozio di Kenneth Cole a Soho NY, per un evento ideato e curato da lui stesso e da Kenneth Cole, a cui erano presenti un centinaio di fan e trasmesso in diretta streaming su bonjovi.com

Per l’occasione ha rilasciato un’intervista alla rivista PEOPLE. L’intervista è iniziata parlando di amore, giusto per San Valentino. Spesso i matrimoni a Hollywood finiscono, ma Jon Bon Jovi è sposato da 25 anni con la sua moglie Dorothea, conosciuta durante le scuole superiori.

Qual è il segreto? È semplice: “Ho fatto la scelta giusta la prima volta” – ha affermato Jon – “Lei è la migliore. La adoro“.

Jon poi afferma che è al lavoro al suo 18esimo album (tra Bon Jovi e solisti): “Sono stato in studio a lavorare tutto il giorno, sono venuto qui a piedi direttamente dallo studio“, ha detto Jon all’intervistatore.

Alla domanda da dove stia prendendo ispirazione per questo album ha risposto: dalle notizie. “Leggo semplicemente il giornale, ti dà l’opportunità di scrivere qualcosa… è presto, ma ho già una dozzina di canzoni. Mi sento bene“.

Tornando all’evento di giovedì sera, intitolato “Common Thread: An Acoustic Collection Music Series“, è stato ideato una sera a cena da Jon e Kenneth Cole, che si conoscono da circa un decennio.

“Sotto Natale eravamo a cena con le rispettive mogli e ricordando l’anno passato e stavamo parlando della frustrazione sia nel mondo del design sia nel mondo della musica… E stavamo parlando di quale gioia sia vedere le prossime generazioni emergere” ha raccontato Jon “Così lui (Kenneth Cole) disse ‘Non sarebbe bello se per la settimana della moda facessimo qualcosa del genere?’ Lui avrebbe publicizzato la prossima generazione di designer e io avrei dato un’occasione a qualche bravo cantautore, e ne conosco molti. Ci dissimo che era un gran concept. E adesso sono qui, è la settimana della moda e ci ha dato una scusa perfetta per andare a cena di nuovo… e promuovendo le nuove generazioni, tutto in una sola volta”.

Sul palco Jon ha aperto il suo set con Who Says You Can’t Go Home, ha incluso Someday I’ll Be Saturday Night e le immancabili Livin’ On A Prayer e Wanted Dead or Alive.
I cantautori a cui Jon ha deciso di dare visibilità sono stati: Cole ReddingRodney Atkins e  Rose Falcon.

Non è la prima volta che Kenneth Cole e Jon Bon Jovi si sono impegnati in un progetto comune. La JBJ Soul Foundation si unì all’associazione HELP USA della moglie di Kenneth Cole, per costruire 50 edifici di appartamenti a Newark, New Jersey.

Leggi anche